Ci me guardi (San Cassiano)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

Ci me guardi  Canto d'amore condito di doppi sensi

Ci me guardi (San Cassiano)

 

Lu ceddhru quannu pizzica la fica,
la ucca se la sente zuccarata,
cusì facia lu zitu cu la zita,
ogni cantu se fannu na baciata,

e quannu m'hai baciare,
baciame intra la ucca
e quiddhru ete lu veru segnu
te l'amore.

Che mi guardi (San Cassiano)

 

L'uccello quando pizzica il fico,
sente la bocca tutta zuccherata,
così faceva il fidanzato con la fidanzata
ogni canto si fanno una baciata,

e quando mi devi baciare,
baciami dentro la bocca
e quello il vero segno
dell'amore.

Sondaggio

Ti piace la nuova grafica del sito laterradelrimorso.it ?

Per noi la tua opinione è molto importante! Ti ricordiamo che: i valori da 1 a 5 hanno valenza negativa, i valori da 6 a 7 sono neutri, invece i valori da 8 a 10 identificano un giudizio positivo. Il sondaggio è aperto dal 18-06-2018 e terminerà il 21-07-2018. I risultati saranno visibili a tutti dal 22-07-2014. Grazie anticipatamente dallo staff di ApWebManagement per aver espresso la tua opinione.

10
80% (8 voti)
4
10% (1 voto)
8
10% (1 voto)
1
0% (0 voti)
2
0% (0 voti)
3
0% (0 voti)
5
0% (0 voti)
6
0% (0 voti)
7
0% (0 voti)
9
0% (0 voti)
Total votes: 10