La chiara funtana (Spongano)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

La chiara funtana

La moglie:
Tegnu nu maritu de totorotò
comu lu oiu lu marderò.
L'aggiu mannatu
'lla chiara funtana
no' torna né quista
né l'authra simana.

L'amante:
Stau 'casa nu riccu villanu
mangiu pane del suo graniere
bevo vinu del suo cintano
scatta e crepi ricco villano.

Zi'Monicu:
Sutta n'arburu bellu 'cipputu
aggiu chiatu nu bel curnutu
se vui nun me criditi
apru lu saccu ca lu viditi.

Il marito:
Senti saccu, senti saccu:
de tre tùmmini fose lu pattu
ieu te ne dau quatthru
te'i lu prete
ca me ristaccu.

La moglie:
Cumpare Cunfortu, cumpare Cunfortu!
Dimme dimme percè si mortu?
Dimme dimme percè si mortu?
E' pe' quiddhu ca reta portu!?

La sorella (della moglie):
Soru soru, soru soru
còprite lu tou tesoru.

La moglie:
Non boiju lu 'ncucciu,
non boiju lu copru
oiu lu mosciu a tuttu stu populu.

"Testi tratti dalla tradizione orale ed etinica del Salento, un tributo che identifica il repertorio poetico-musicale del territorio da considerare esclusivo patrimonio di tutta la collettività Salentina."

Sondaggio

Ti piace la nuova grafica del sito laterradelrimorso.it ?

Per noi la tua opinione è molto importante! Ti ricordiamo che: i valori da 1 a 5 hanno valenza negativa, i valori da 6 a 7 sono neutri, invece i valori da 8 a 10 identificano un giudizio positivo. Il sondaggio è aperto dal 18-06-2018 e terminerà il 21-07-2018. I risultati saranno visibili a tutti dal 22-07-2014. Grazie anticipatamente dallo staff di ApWebManagement per aver espresso la tua opinione.

10
80% (8 voti)
4
10% (1 voto)
8
10% (1 voto)
1
0% (0 voti)
2
0% (0 voti)
3
0% (0 voti)
5
0% (0 voti)
6
0% (0 voti)
7
0% (0 voti)
9
0% (0 voti)
Total votes: 10