Lu fattore (Spongano)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

Lu fattore

“O vei o me ne vau”
“Aspetta ca mo vegnu”.

E lu sule calau calau
E fattore ieu me ne vau.

E mo passa la curnacchiula
Dice ca è ura, dice ca è ura.

E se minte su lu quadaru
Dice ca è oura de ‘zzare manu.

E lu sule calau calau
E fattore ieu me ne vau.

E fattore se no’ me ne porti
Ieu me ‘ssettu e fazzu carotti.

E li fazzu belli e tunni
Quannu passi cu te scunfunni.

E li fazzu belli e chiatti
Quannu passi cu te sculacchi.

E lu sule calau calau
Uehi, fattore, ieu me ne vau.

“E lu sule calau le tenne
E le saccure no le ‘nchemme”.

E fattore rimani qquai
Ca le saccure le ‘nchimu crai.

Calau, calau lu sole
E calau su lu fattore.

E lu sule calau calau
E fattore ieu me ne vau.

"Testi tratti dalla tradizione orale ed etinica del Salento, un tributo che identifica il repertorio poetico-musicale del territorio da considerare esclusivo patrimonio di tutta la collettività Salentina."

Sondaggio

Ti piace la nuova grafica del sito laterradelrimorso.it ?

Per noi la tua opinione è molto importante! Ti ricordiamo che: i valori da 1 a 5 hanno valenza negativa, i valori da 6 a 7 sono neutri, invece i valori da 8 a 10 identificano un giudizio positivo. Il sondaggio è aperto dal 18-06-2018 e terminerà il 21-07-2018. I risultati saranno visibili a tutti dal 22-07-2014. Grazie anticipatamente dallo staff di ApWebManagement per aver espresso la tua opinione.

10
80% (8 voti)
4
10% (1 voto)
8
10% (1 voto)
1
0% (0 voti)
2
0% (0 voti)
3
0% (0 voti)
5
0% (0 voti)
6
0% (0 voti)
7
0% (0 voti)
9
0% (0 voti)
Total votes: 10