Lu monacu (Nardò)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

Lu monacu

Lu monacu si lliau la tunica!
Uh, che paura me vinne!

Rit.:
E fuciti fuciti fimmane,
scia chiamati mammama,
lu monacu ole mi scanna,
lu monacu ole mi scanna,
fuciti fuciti fimmane,
scia chiamati mammama,
lu monacu ole mi scanna,
pe la soddisfazion!

Lu monacu si lliau le scarpe!
Uh, che paura me vinne!

Rit.

Lu monacu si lliau la camisa!
Uh, che paura me vinne!

Rit.

Lu monacu si lliau li cazzetti!
Uh, che paura me vinne!

Rit.

Lu monacu si lliau li mutande!
Uh, che paura me vinne!

Rit.

Lu monacu si curcau intra lu liettu!
Uh, che paura me vinne!

Rit.

Lu monacu si cacciau la sardizza!
Uh, che paura non me vinne!

Rit.:
E non fuciti fimmane,
e non chiamati mammama,
lu monacu non mi scanna,
lu monacu non mi scanna,
e non fuciti fimmane,
e non chiamati mammama,
lu monacu non mi scanna,,
ma mi dae soddisfazion!

Il monaco

Il monaco si tolse la tunica!
Uh, che paura mi venne!

Rit.:
E correte correte donne,
andate a chiamare mia madre,
il monaco vuole ammazzarmi,
il monaco vuole ammazzarmi,
e correte correte donne,
andate a chiamare mia madre,
il monaco vuole ammazzarmi,
per la soddisfazione!

Il monaco si tolse le scarpe!
Uh, che paura mi venne!

Rit.

Il monaco si tolse la camicia!
Uh, che paura mi venne!

Rit.

Il monaco si tolse le calze!
Uh, che paura mi venne!

Rit.

Il monaco si tolse le mutande!
Uh, che paura mi venne!

Rit.

Il monaco si coricò nel letto!
Uh, che paura mi venne!

Rit.

E il monaco tirò fuori la salsiccia!
Uh, che paura non mi venne!

Rit.:
E non correte donne,
e non chiamate mia madre,
il monaco non mi ammazza,
il monaco non mi ammazza,
E non correte donne,
e non chiamate mia madre,
il monaco non mi ammazza,
ma mi da soddisfazione!

Nota: Questa è la storia di un monaco che andava all'elemosina per il convento. Un giorno trovatosi vicino ad Aradeo, per ripararsi dal cattivo tempo entra in una macelleria di Seclì e chiede il permesso di ripararsi lì dentro. Vedendo una slasiccia ne chiede un po' per il convento. Il macellaio ne taglia un pezzo e la dona al monaco che se la infila nella canottiera. Appena finisce di piovere riprende la strada per il convento ma poco dopo il tempo inizia nuovamente a minacciare.
Decide allora di chiedere ospitalità bussando alle porte di una casa che scorge da lontano. Gli apre una "zitella" (una donna pia) alla quale chiede riparo per la notte. La donna gli risponde che ha solo un letto ma il monaco le ribatte che sono entrambi "gente santa". Così il monaco inizia a spogliarsi di fronte alla donna
che per paura inizia a gridare aiuto.....

Sondaggio

Ti piace la nuova grafica del sito laterradelrimorso.it ?

Per noi la tua opinione è molto importante! Ti ricordiamo che: i valori da 1 a 5 hanno valenza negativa, i valori da 6 a 7 sono neutri, invece i valori da 8 a 10 identificano un giudizio positivo. Il sondaggio è aperto dal 18-06-2018 e terminerà il 21-07-2018. I risultati saranno visibili a tutti dal 22-07-2014. Grazie anticipatamente dallo staff di ApWebManagement per aver espresso la tua opinione.

10
80% (8 voti)
4
10% (1 voto)
8
10% (1 voto)
1
0% (0 voti)
2
0% (0 voti)
3
0% (0 voti)
5
0% (0 voti)
6
0% (0 voti)
7
0% (0 voti)
9
0% (0 voti)
Total votes: 10