Benvenuto sullo spazio blog " LA TERRA DEL...

Prima di distinguere una tipologia dei canti...

 

Da sempre il canto e...

 

Monacella (Spongano)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

Monacella

La mamma mia me vose
fare monica,
pe' no' fare l'amore a quinnici anni.

La prima notte ci durmei 'nthra cella,
vinne lu bene miu cu la chitarra.

M'aggiu 'ccattata na chitarra nova
e cu vegnu e te le cantu le mie pene.

Ca ieri sira ne fici na prova,
e de na canzone bella e appassionata.

Ieu 'lla via de li trionfi aggiu spittatu,
cu se 'ddurmiscine tutti e poi sù scisu.

E cu na bella voce aggiu cantatu,
ieu aggiu cantatu ma tie no' m'hai 'ntisu.

E la mia canzone diceva:

Voglio bene a te soltantu!
Doce, doce cu sta chitarra
me accumpagnava u cantu.

Ma tu si 'ngrata, certu,
a me non penzi chiù.
S'ha spizzata l'urtima corda,
e non po' sunare chiù.

Ma una a una se spizzau ogni corda,
comu se spezza an'pettu meu stu core;

Ca sai tuttu lu munnu se riscorda
e ma no se scorda mai
lu primu amore.

Beddhra, lu primu amore
no lu 'bbandunare,
ca te resta na piaga
'llu core.

"Testi tratti dalla tradizione orale ed etinica del Salento, un tributo che identifica il repertorio poetico-musicale del territorio da considerare esclusivo patrimonio di tutta la collettività Salentina."
 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

info@laterradelrimorso.it