Nunna nunna (Cutrofiano)

Nunna nunna (Cutrofiano)  Canto d'amore tra uomo e donna che ha come pretesto il morso di un cane allo stivale.

 "Nunna nunna

   Eh nunna nunna tienite lu cane
   eh nunna nunna tienite lu cane,
   ca ieri sera lu stivale ma muzzacatu
   ca ieri sera lu stivale ma muzzacatu.

   Nunna nunna

   Signora, signora tieniti il cane
   signora, signora tieniti il cane,
   che ieri sera mi ha morso lo stivale
   che ieri sera mi ha morso lo stivale."

Rutulì (Cutrofiano)

Rutulì (Cutrofiano)  Canto diffuso più o meno in tutto il salento qui riportato nella versione eseguita dagli Ucci di Cutrofiano.

 "Rutulì

   E sutta l’orologiu lu garofanu m’ha cadutu
   ca jeu ma dispiaciutu ca jeu ma dispiaciutu,
   e sutta l’orologlu lu garofanu m’ha cadutu
   ca jeu ma dispiaciutu che cosa ci vo’ fa’.

   Rutulì

   Sotto l’orologio il garofano mi è caduto
   a me è dispiaciuto a me è dispiaciuto,
   sotto l’orologio il garofano mi è caduto
   a me è dispiaciuto, che cosa ci vuoi fare."

Ciau ciau ciau morettina (San Cassiano)

Ciau  ciau ciau morettina (San Cassiano)  Canto d'addio di un uomo che parte per la guerra ed è costretto ad abbandonare la famiglia e la sua ragazza

"Ciau  ciau ciau morettina

   Ciau ciau ciau, morettina ieu me ne vau
   e prima de partire nu baciu ulia te dau

 

   Ciao ciao ciao morettina

   Ciao ciao ciao morettina  io me ne vado
   e prima di partire vorrei darti un bacio"

E tuppi tuppi la porticella (San Cassiano)

E tuppi tuppi la porticella (San Cassiano)  Canto popolare salentino nella variante raccolta a San Cassiano.

"E tuppi tuppi la porticella (San Cassiano)

  E tuppi tuppi la porticella
  c’è la mia bellla che mi sta a sentir (bis)
  E con la mano apri la porta
  e con la bocca me dai un bacin(bis)
"

Ci me guardi (San Cassiano)

Ci me guardi  Canto d'amore condito di doppi sensi

"Ci me guardi

   Lu ceddhru quannu pizzica la fica,
   la ucca se la sente zuccarata,
   cusì facia lu zitu cu la zita,
   ogni cantu se fannu na baciata

 

   Che mi guardi

   E' arrivato il frutto nuovo
   ed è il cocomero
   bella mia fatti abbracciare
   quando non c'è tua madre."

Pagine