Notte di Natale (Spongano)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

Notte di Natale

La notte di Natale
m'incontrai con la morosa,
ma come devo far poterla ritrovar?
Vestito di cappuccino mi conviene andar.

Vestito di cappuccino
andai bussar le porte.
- No, no per carità no non bussar così:
tengo una figlia a letto che sta per morir.

Se essa vuol morire bisogna confessarla,
e tu che sei quel padre,
il padre confessor,
e giù di quella scala confessar la vuol.

Se vuoi ch'io la confessi
chiudi tutte le porte,
chiudi tutte le porte e le finestre ancor,
nessuno che la sente la mia assoluzion.

La prima domanda che fece
di quanti amanti aveva,
e iddhra 'zzau le braccia e disse ventitrè,
e quello che mi ama sta di fianco a me.

L'assoluzione è data,
il padre se va via
benedetto quel padre confessor
guarì la mia figlia che stava per morir.

E dopo i nove mesi è nato un bel bambino,
andiamolo a battezzar
alla Chiesa di San Martin,
per nome li metteremo Padre Cappuccin.

"Testi tratti dalla tradizione orale ed etinica del Salento, un tributo che identifica il repertorio poetico-musicale del territorio da considerare esclusivo patrimonio di tutta la collettività Salentina."

Sondaggio

Ti piace la nuova grafica del sito laterradelrimorso.it ?

Per noi la tua opinione è molto importante! Ti ricordiamo che: i valori da 1 a 5 hanno valenza negativa, i valori da 6 a 7 sono neutri, invece i valori da 8 a 10 identificano un giudizio positivo. Il sondaggio è aperto dal 18-06-2018 e terminerà il 21-07-2018. I risultati saranno visibili a tutti dal 22-07-2014. Grazie anticipatamente dallo staff di ApWebManagement per aver espresso la tua opinione.

10
80% (8 voti)
4
10% (1 voto)
8
10% (1 voto)
1
0% (0 voti)
2
0% (0 voti)
3
0% (0 voti)
5
0% (0 voti)
6
0% (0 voti)
7
0% (0 voti)
9
0% (0 voti)
Total votes: 10