Quant'ave (fonte: Luigi Chiriatti)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

Quant'ave

Quant'ave ca nu passu
de sta strata
de ce se maritau la beddha mia

Quannu alla chiesa matre la purtara
comu nu cagnolinu de retu scia

Quannu l'acqua santa li minare
ancora le speranze le tenia

Quannu l'anellu a manu
li calara
ancora la ucca a risu me facia

Quannu la vocca soa li disse sine
chiangiti occhi mei non è chiù mia

Tronu de marzu li pozza catire
a ci foi ca me scucchiau
de la mia amore

Terra cu nu lu pozza mantenire
sule cu nu lu pozza mai scafare

Lu liettu a du se curca cu sia de spine
lu capitale
de petra 'nfernale

A mienzu a mienzu cu se troa nu stile
cu li trapassa l'anima e lu core.

Quant'è

Quant'è che non passo
da questa strada
da quando si maritò la bella mia

Quando alla chiesa madre la portarono
come un cagnolino di dietro andavo

Quando l'acqua santa gli buttarono
ancora la speranza l'avevo

Quando l'anello nella mano
gli calarono
ancora la bocca faceva un sorriso

Quando la bocca sua gli disse "si"
piansero gli occhi mie, non è più mia

Un fulmine di Marzo possa cadere
a chi fu che mi separò
dal mio amore

Che la terra non lo possa mantenere
che il sole non lo possa mai scaldare

Il letto dove si corica sia di spine
le terre coltivabili
siano di pietra infernale

In mezzo si trovi un coltello
che gli trapassi l'anima e il cuore.

Sondaggio

Ti piace la nuova grafica del sito laterradelrimorso.it ?

Per noi la tua opinione è molto importante! Ti ricordiamo che: i valori da 1 a 5 hanno valenza negativa, i valori da 6 a 7 sono neutri, invece i valori da 8 a 10 identificano un giudizio positivo. Il sondaggio è aperto dal 18-06-2018 e terminerà il 21-07-2018. I risultati saranno visibili a tutti dal 22-07-2014. Grazie anticipatamente dallo staff di ApWebManagement per aver espresso la tua opinione.

10
80% (8 voti)
4
10% (1 voto)
8
10% (1 voto)
1
0% (0 voti)
2
0% (0 voti)
3
0% (0 voti)
5
0% (0 voti)
6
0% (0 voti)
7
0% (0 voti)
9
0% (0 voti)
Total votes: 10