Benvenuto sullo spazio blog " LA TERRA DEL...

Prima di distinguere una tipologia dei canti...

 

Da sempre il canto e...

 

Stornelli (II) (Calimera)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

Stornelli

E fior di tutti i fiori,
fior di lu pepe
tutte le fontanelle so' siccate
tutte le fontanelle so' siccate
povero amore mio more di sete.

Quandu te minti amare, ama signuri
ca non amare core di villani
de li signuri nd'hai la leverenza
de li villani nd'hai la malecrianza.

Era piccinu me morse la mamma
lu viziu me rimase de la minna
ogni donna ca viciu la chiamu mamma
ogni donna ca viciu la chiamu mamma.

Non pozzu cchiù cantare perzi la voce
l'ho perza ieri sera alla fornace
l'ho perza sotto n'albero di noce
pe' na zitella ca no' dia la pace.

Stornelli

Fior di tutti i fiori,
fior di pepe
tutte le fontane sono asciutte
tutte le fontane sono asciutte
povero amore mio muore di sete.

Quando ama, ama i signori
non amare i cuori dei bifolchi
dai signori avrai le buone maniere
da bifolchi la malcreanza.

Ero piccolo quando è morta la mamma
mi rimase il desiderio del seno
ogni donna che vedo la chiamo mamma
ogni donna che vedo la chiamo mamma

Non posso più cantare, persi la voce
l'ho perduta ieri sera alla fornace
l'ho perduta sotto un albero di noce
per una ragazza che non mi dà pace.

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

info@laterradelrimorso.it