Benvenuto sullo spazio blog " LA TERRA DEL...

Prima di distinguere una tipologia dei canti...

 

Da sempre il canto e...

 

14 AGOSTO 2018 A LECCE FA TAPPA IL FESTIVAL DELLA NOTTE DELLA TARANTA 2018

Italiano

Posizione

Piazza Libertini
Lecce
Italia
IT
Data In Evidenza: 
Martedì, 14 Agosto, 2018 - 20:00

 

Martedì 14 agosto 2018 il festival della ventunesima edizione della Notte della Taranta fa tappa a Lecce. Questa attesissima tappa del Festival Della Notte Della Taranta si incastonerà con la storia e cultura del capoluogo salentino, alle ore 20.00 ci sarà l'inaugurazione del Museo Sigismondo Castromediano con il corpo di ballo "Della Notte della Taranta". La mostra archeologica Menadi Danzanti è allestita a cura di Anna Lucia Tempesta (archeologa). Questa bellissima mostra ha un secondo allestimento che rimarrà presente ed aperta al pubblico dal 14 agosto al 23 settembre nel Palazzo Marchesale De Luca di Melpignano.

La serata della Notte della Taranta a Lecce si accenderà successivamente in Piazza Libertini alle ore 22.30 con il concerto di Enzo Petrachi &FOLKORCHESTRA dal Salento. La serata sarà successivamente portate al termine dalle ore 22.30 da ANTONIO CASTRIGNANO' & FANFARE CIOCăRLIA si tratta di un concerto multiculturale che vedrà l'incontro della musica salentina con quella della Romania. Entrambi i concerti andranno in scena per la rassegna Concerti RAGNATELA della 21th edizione della Notte Della Taranta.

Enzo Petrachi figlio d'arte del più grande esponente della musica folk leccese Bruno Petrachi, segue le sue orme portando nei suoi concerti un'immagine fedele della freschezza e della semplicità della tradizione salentina. Sempre vicino al cuore della gente, la stessa che di lui apprezza la passione per la storia e le tradizioni del Salento nel tramutarle in note musicali. Le "leccesità" che caratterizzava le canzoni del padre è fortemente presente nella carriera di Enzo Petrachi, che ha accompagnato il padre nell'ultimo perdiodo della sua carriera e ne ha ereditato la vena ironica e la spontaneità nel tradurre in versi la semplicità verace salentina. Enzo Petrachi è molto apprezzato anche all'estero con i suoi concerti dedicati ai salentini in terra straniera. Concerti realizzati in diversi paesi europei così come in America; un modo per far sentire meno lontana la propria terra.  Proprio da queste esperienza all'estero il repertorio di Enzo Petrachi è risultato arricchito in nuovi arreggiamenti  e contaminazioni che l'hanno portato a creare Folkorchestra, per dare una nuova veste al repertorio della tradizione del folk salentino, di cui Enzo Petrachi è l’erede. I nuovi arrangiamenti scritti e diretti da Giorgio Mancarella, partono dal folk toccando,  la rumba, il mambo, il reggae e il funk.
 

Antonio Castrignanò, musicista salentino, voce e tamburo de la notte della taranta, ha suonato e collaborato con artisti come stewart copeland, mauro pagani, giuliano sangiorgi, negramaro, the chieftains, goran bregovic, ballakè sissoko, ludovico einaudi, ecc...esibendosi su palchi e festival di grande prestigio internazionale è divenuto negli anni uno dei personaggi simbolo della riscoperta tradizione musicale del salento.Compositore della colonna sonora del film nuovomondo di emanuele crialese, leone d'argento alla mostra del cinema di venezia 2006, vincitore di numerosi riconoscimenti e candidato ai nastri d'argento e ciak d'oro 2007 le sue musiche sono presenti anche nel film bellas mariposas di salvatore mereu, vincitore del premio schermi di qualità e premio fedic alla mostra del cinema di venezia 2012. Antonio castrignanò è entrato a far parte del fenomeno della riscoperta della musica popolare salentina quando era ancora adolescente, ma il suo percorso artistico, anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva affianco, ha finito per tratteggiarne gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il salento e si dirige ben oltre i confini del sud della puglia.Con l’orecchio attento agli stilemi del passato e la curiosità di chi vuole vivere la contemporaneità accettandone le sfide, antonio sfrutta la tensione espressiva che si muove tra queste due direttive per costruire un repertorio del tutto personale, spesso connotato da composizioni autografe.

Fanfare Ciocărlia è un gruppo musicale rumeno formatosi a Dagâța. È composto interamente da musicisti rumeni ed è riconosciuto come uno dei gruppi di musica balcanica più popolari d'Europa, nonché uno dei primi a far conoscere internazionalmente il genere. Il gruppo è costituito come una banda di nove o dodici membri le cui radici prendono ispirazione dalle bande musicali austriache e turche. La formazione strumentale comprende trombe, corni, tuba, clarinetti, sassofoni, grancassa e percussioni. I loro testi delle canzoni sono di solito o in romaní o romeno. Il loro stile deriva in primo luogo dalle tradizioni dei rom e dalla tradizione musicale popolare rumena, ma prendono anche in prestito liberamente dagli stili musicali turchi, bulgari, serbi e macedoni e incorporano un certo numero di brani tratti dalla radio internazionale, da Hollywood e da Bollywood nel loro repertorio.
 

 

Stornelli leccesi Enzo Petrachi Video:

Antonio Castrignanò - Fomenta Video:

Fanfare Ciocarlia feat. Adrian Raso at Montreal Jazz Festival 2016 Video:

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

info@laterradelrimorso.it