Benvenuto sullo spazio blog " LA TERRA DEL...

Prima di distinguere una tipologia dei canti...

 

Da sempre il canto e...

 

Notizie Principali

Messaggio di errore

User warning: The following module is missing from the file system: xautoload. For information about how to fix this, see the documentation page. in _drupal_trigger_error_with_delayed_logging() (line 1156 of /web/htdocs/www.laterradelrimorso.it/home/includes/bootstrap.inc).

Altre notizie e canti:

  • Costantino (Cutrofiano)

    Costantino (Cutrofiano) Struggente canto d'amore di un soldato che tornando a casa apprende la notizia della morte della sua amata.

    "Costantino (Cutrofiano)

       A Firenze facevo il soldato
       na letterina mi vidi arrivà, mi vidi arrivà
       e capitanu dammi licenzia
       che a casa debbo andar.

     

       Costantino (Cutrofiano)

       A Firenze facevo il soldato
       una letterina vidi arrivare, mi vidi arrivare,
       capitano dammi licenza
       che devo andare a casa."

  • Ninella mia de Calimera (Cutrofiano)

     

    Ninella mia de Calimera (Cutrofiano) Canto tradizionale diffuso in molte zone del salento.

    "Ninella mia de Calimera (Cutrofiano)

       Ninella Ninella mia de Calimera
       li campanieddhi toi ci te li sona,
       e te li sonu ieu matina e sera
       Ninella Ninella mia de Calimera.

     

       Ninella mia di Calimera (Cutrofiano)

       Ninella, Ninella mia di Calimera
       i tuoi campanelli chi li suona,
       te li suono io mattina e sera
       Ninella Ninella mia di Calimera."

  • La figlia dell'oste (Cutrofiano)

     

    La figlia dell'oste (Cutrofiano) Canto narrativo che racconta dei curiosi espedienti escogitati da un giovane per vedere la sua amata.

    "La figlia dell'oste (Cutrofiano)

       Lu Giuvanni de la vigna nova
       s’innamorò della figlia dell’oste
       s’innamorò della figlia dell’oste.
       Per andare alla figlia dell’oste
       di monicella si vose vestire
       di monicella si vose vestire.

     

       La figlia dell'oste (Cutrofiano)

       Giovanni del vigneto nuovo
       s’innamorò della figlia dell’oste
       s’innamorò della figlia dell’oste.
       Per andare dalla figlia dell’oste
       di monachella si volle vestire
       di monachella si volle vestire."

  • Giulia (Cutrofiano)

    Giulia (Cutrofiano) Triste e straziante canto d'amore di un soldato che di ritorno dalla guerra trova la sua amata morta.

    "Giulia (Cutrofiano)

      All’undici di notte a l’aria scura
      mentre in silenzio dormanu l’uccelli.
      Dal cimitero cavalcai le mura
      e sono entrato in quel son messi i belli;
      cerco la Giulia dove sepolta sta,
      cerco la Giulia mia, angelo di bontà
    ."

  • La barca di Roma (Cutrofiano)

    La barca di Roma (Cutrofiano)  Canto d'amore e d'addio di un uomo che parte per mare e saluta la sua amata

    "La barca di Roma

       È arrivata la barca di Roma
       accompagnata con due barchette,
       mi sento dire di tutta la gente
       lu prima amore è partito per mar.

     

       La barca di Roma

       È arrivata la barca di Roma
       accompagnata da due barchette,
       mi sento dire da tutta la gente
       il primo amore è partito per mar."

  • La vena dell’amor (Cutrofiano)

    La vena dell’amor (Cutrofiano)  Canto scherzoso di un fantomatico dottore con la sua ammalata.

     "La vena dell’amor

       E li toccai la testa
       e quella s’ha messa a piangere,
       tocca più giù signore dottore
       tocca più giù signore dottore,
       che troverai la vena, la vena dell’amore.

       La vena dell’amor

       Le toccai la testa
       e lei si mise a piangere,
       tocca più giù signore dottore,
       tocca più giù signore dottore
       che troverai la vena, la vena dell’amore."

  • Nunna nunna (Cutrofiano)

    Nunna nunna (Cutrofiano)  Canto d'amore tra uomo e donna che ha come pretesto il morso di un cane allo stivale.

     "Nunna nunna

       Eh nunna nunna tienite lu cane
       eh nunna nunna tienite lu cane,
       ca ieri sera lu stivale ma muzzacatu
       ca ieri sera lu stivale ma muzzacatu.

       Nunna nunna

       Signora, signora tieniti il cane
       signora, signora tieniti il cane,
       che ieri sera mi ha morso lo stivale
       che ieri sera mi ha morso lo stivale."

Pagine

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

info@laterradelrimorso.it