Benvenuto sullo spazio blog " LA TERRA DEL...

Prima di distinguere una tipologia dei canti...

 

Da sempre il canto e...

 

La Carminà (San Vito dei Normanni)

TESTO TRADIZIONALE E TRADUZIONE

La Carminà

Rit:
Mamma iu mueru pi la Carminà!
Mamma iu mueru pi la Craminà!

Beddu mia fatt'a sciardinu,
chianta la menta e lu pitrisinu,
tutti li bbeddi vennu qua
finchè veni la Carminà.(2)

Rit.

Beddu mia fatt'a palazzu,
chianta la mentae lu cipuddazzu,
tutti li bbeddi vennu qua
finchè veni la Carminà.(2)

Rit.

Beddu mia fatt'a cisterna,
fani l'acqua fresca e bella,
tutti li bbeddi vennu qua
finchè veni la Carminà.(2)

Rit.

Beddu mia fatt'a cumentu,
li pagnotti cu vannu e vennu,
tutti li bbeddi vennu qua
finchè veni la Carminà.(3)

La Carminà

Rit:
Mamma io muoio per la Carmina!
Mamma io muoio per la Carmina!

Bello mio fatti giardino
e pianta menta e prezzemolo,
tutti i belli vengono qua
finchè verrà la Carmina.(2)

Rit.

Bello mio fatti palazzo,
pianta menta e cipollaccio,
tutti i belli vengono qua
finchè verrà la Carmina.(2)

Rit.

Bello mio fatti cisterna
con l'acqua fresca e bella,
tutti i belli vengono qua
finchè verrà la Carmina.(2)

Rit.

Bello mio fatti convento,
le pagnotte che vadano e vengano,
tutti i belli vengono qua
finchè verrà la Carmina.(3)

Note: E' un invito che si fa all'innamorato a trasformarsi in fiore, pianta odorosa, acqua fresca per poter incontrare l'amata. L'ultima strofa è in doppio senso, perchè le pagnotteche entravano ed uscivano dal convento erano, secondol'interpretazione comune data alla strofa, le suore e quindi l'innamorato avrebbe comunque risolto con quest'ultima trasformazione le sue pene.

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

info@laterradelrimorso.it