Benvenuto sullo spazio blog " LA TERRA DEL...

Prima di distinguere una tipologia dei canti...

 

Da sempre il canto e...

 

Storia e influenza della cultura greca

Italiano

Grande è l’influenza della cultura greca nel salento. Oggi l’area grecanica salentina comprende circa nove paesi: Martano, Calimera, Martignano, Zollino, Sternatìa, Soleto, Corigliano, Melpignano e Castrignano dei Greci. In passato invece quest’area era molto più vasta e comprendeva 20 comuni tra cui anche Galatina. Possiamo dire che oggi l’importanza di quest’area è solamente linguistica. Precedentemente questi comuni possedevano un clero, una cultura e delle consuetudini giuridiche proprie. I Greci sono approdati molti secoli fa sulle coste del salento e pian piano si sono spinti nell’entroterra per l’insicurezza delle coste minacciate dai corsari e dalla malaria. Vari studiosi si sono interrogati sull’origine delle colonie greche presenti nel nostro territorio. Tre sono le tesi più accreditate:

• I Greci salentini sono un residuo delle antiche colonie che precedentemente facevano parte della Magna Grecia.;

• I Greci salentini sono un residuo della dominazione bizantina.;

• Sono di origine mista, cioè antiche colonie che furono pian piano rinnovate da nuovi arrivi;

Nei paesi si mischiarono le culture: il dialetto leccese era parlato dagli artigiani, dalle persone colte, dai commercianti. Il “grìco” invece era parlato dai contadini e dai ceti più bassi. Ma siccome in questi paesi la maggioranza era greca, i ceti più elevati per vivere dovevano comunque imparare il grico. Fu con l’affermazione della chiesa cristiana cattolica, con l’unità d’Italia, con la leva militare e con l’istruzione obbligatoria, che il grico cominciò ad essere parlato di meno: così il bambino percepiva la lingua materna come un ostacolo all’apprendimento; anche il ragazzo che intendeva far carriera militare ad esempio, non doveva più parlare il grico. Tuttavia possiamo affermare che nonostante le trasformazioni sociali e gli inevitabili mutamenti linguistici, parte della cultura grecanica è ancora viva ancora oggi nelle nostre tradizioni o credenze. Era di origine greca infatti l’abitudine di preservare le abitazioni o le stalle dalle streghe e dagli spiriti mettendo all’esterno un paio di corna di bue, o l’utilizzo di alcune piante (il timo contro le streghe, l’alloro contro i fulmini, la ruta per curare i mali). Era di cattivo augurio anche versare l’olio sul tavolo, disporre e collocare gli oggetti a forma di croce, lasciare fiori sul letto. Anche il vestito tradizionale che un tempo le donne greco salentine indossavano ricordava i colori della Grecia (bianco e celeste).

A cura di: Vincenzo Mancini componente del gruppo "Li Strittuli"

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

info@laterradelrimorso.it